Nuovo Consiglio di Amministrazione all’insegna della continuità

Sarà Nicola Argamante a succedere ad Andrea Faccio alla guida del consorzio di promozione. Al suo fianco Valerio Mondo nel ruolo di vicepresidente.

Squadra che vince non si cambia e così, dopo due mandati consecutivi, Andrea Faccio lascia la carica di presidente del consorzio di promozione I Vini del Piemonte al suo vice Nicola Argamante, titolare dell’Azienda Agricola Podere Ruggeri Corsini di Monforte d’Alba, ex presidente dell’associazione Strada del Barolo e grandi vini di Langa e socio fondatore del consorzio, eletto all’unanimità dell’assemblea dei soci, riunita lunedì 27 giugno 2016  per votare i nuovi consiglieri di amministrazione.

Numerose le conferme nel nuovo CdA, ma non mancano le novità, a partire dal vicepresidente Valerio Mondo, proprietario dell’Azienda Agricola Franco Mondo di San Marzano Oliveto (AT), eletto in rappresentanza dei produttori astigiani, sempre più numerosi nel consorzio di promozione. Oltre ai rieletti Roberto Damonte, Mauro Daniele, Andrea Faccio e Lorenzo Olivero, entrano nella squadra anche Franco Angelini, della Società Agricola Angelini Paolo di Ozzano Monferrato (AL), Mirella Manzone, dell’Azienda Agricola Manzone Giovanni di Monforte d’Alba (CN), e Daniele Marco Nori, dell’Azienda Agricola Castagnero di Agliano Terme (AT).

Ben rappresentate dunque tutte le principali aree vitivinicole del Piemonte, dalla Langa del Barolo, che annovera la maggior parte dei consorziati, al Roero, al Monferrato astigiano e alessandrino, a conferma che questo consorzio privato di produttori, nato per promuovere i vini di eccellenza del Piemonte in giro per il mondo e aiutare i produttori a trovare importatori nei principali mercati esteri, continua a tener fede al suo spirito originario: ovvero la volontà di superare i campanilismi nella convinzione che uniti si è più forti!

Argamante conferma la volontà di proseguire sul solco tracciato in questi anni: «innanzitutto dobbiamo continuare a presidiare i mercati nei quali abbiamo organizzato eventi di successo nel corso di questi primi sei anni di attività: Svizzera e paesi scandinavi in primis, ma anche il resto d’Europa e i mercati asiatici. Fondamentale sarà poi la capacità di rinsaldare le partnership e di stabilire nuove collaborazioni a tutti i livelli: innanzitutto con i vari Consorzi di Tutela piemontesi, ma anche con altre realtà di cui condividiamo valori e cultura dell’eccellenza, come strade del vino, associazioni di sommelier, confraternite del vino, condotte Slow Food ecc.. Infine occorre proseguire nella logica del gioco di squadra, pilastro fondamentale del nostro consorzio e vera arma vincente per affrontare la sfida della competizione mondiale».

«Sono felice e onorato di entrare a far parte di questo Consiglio di Amministrazione, con la carica di vicepresidente – ha dichiarato Valerio Mondo al termine dell’assemblea –: sono stato eletto con il compito di rappresentare le aziende dell’astigiano all’interno del consorzio di promozione e il nostro impegno sarà concentrato soprattutto a rafforzare l’immagine di vini come la Barbera d’Asti. In questi anni ci siamo infatti resi conto delle enormi potenzialità di questa importante denominazione: molto è stato fatto per migliorarne il posizionamento sui mercati esteri, ma la strada è ancora lunga!»

Nicola Argamante
Nicola Argamante
Valerio Mondo
Valerio Mondo